.
Annunci online

  ControCorrente2 [ Anche piccoli errori possono avere conseguenze molto gravi. ]
 
 
         
 


Ultime cose
Il mio profilo


CONTROCORRENTE
CAMILLO
Ann Coulter

cerca
letto 48616 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 


8 maggio 2008

DICHIARAZIONE DI UN ITALIANO

 

DICHIARAZIONE DI UN ITALIANO

 Non sono contrario all´ immigrazione  e non ho niente contro coloro  che cercano una vita migliore venendo in Italia . Tuttavia ci sono questioni che coloro che recentemente sono arrivati nel nostro paese e, a quanto sembra, anche qualcuno dei nostri concittadini nati qui, devono capire. L´idea che l´Italia  deve essere una comunità multiculturale è servita soltanto a dissolvere la nostra sovranità ed il sentimento di identità  nazionale. Come italiani, abbiamo la nostra cultura, la nostra società, la  nostra lingua ed il nostro modo di vivere. Questa cultura è nata e cresciuta durante secoli e  secoli di lotte, processi e vittorie da parte dei milioni di uomini e donne che hanno cercato la libertà di questo paese. Noi parliamo l´italiano,  non il libanese, l´arabo, il cinese, il giapponese, il russo o qualsiasi  altra lingua. Perciò, se desiderate far parte della nostra società, imparate la lingua! La maggioranza degli italiani crede in Dio. Non si tratta soltanto di >un affare privato di qualche cristiano fondamentalista di destra, ma vi  è un dato di fatto certo ed incontrovertibile: uomini e donne cristiani hanno fondato questa nazione su principi cristiani, ed è chiaramente> documentato nella nostra storia e dovrebbe essere scritto sui muri delle> nostre scuole.  Se il nostro Dio vi offende, allora vi consiglio  di prendere in considerazione la decisione di scegliere un'altra parte  del mondo per mettere su casa, perché Dio è parte della nostra cultura.  Accetteremo le vostre opinioni religiose, e non vi faremo domande, però daremo per scontato che anche voi accettiate le nostre e cercherete di vivere in pace ed armonia con noi. Se la Croce vi offende, o vi molesta, o non vi piace, allora dovrete pensare seriamente di andarvene da qualche altra parte.
Siamo orgogliosi della nostra cultura e non pensiamo minimamente di cambiarla, ed i problemi del vostro paese di origine non devono essere trasferiti sul nostro. Cercate di capire che potete praticare la vostra cultura, ma non dovete assolutamente obbligare gli altri a farlo> Questo è il nostro paese, la nostra terra, il nostro modo di vivere vi offriamo la possibilità di viverci al meglio. Ma se voi cominciate a lamentarvi, a piagnucolare, e non accettate la> nostra bandiera, il nostro giuramento, i nostri impegni , le nostre credenze cristiane, o il nostro modo di vivere, vi dico con la massima franchezza che potete far uso di questa nostra grande libertà di cui godiamo in Italia : il diritto di andarvene.
Se non siete felici qui, allora andatevene. Nessuno vi ha obbligato a venire nel nostro paese. Voi avete chiesto di vivere qui: ed allora accettate il paese che avete scelto. Se non lo fate, andatevene!  Vi abbiamo accolto aprendo le porte del nostro paese; se> non volete essere cittadini come tutti in questo paese, allora tornate  al paese da cui siete partiti!





permalink | inviato da ControCorrente2 il 8/5/2008 alle 19:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

sfoglia     novembre       

 

 

 







L'assemblea parlamentare del
 Consiglio d'Europa
ha approvato il 25 gennaio 2006,
con 99 voti a favore e 42 contrari,
una risoluzione presentata dal deputato
svedese Goran Lindblad a
nome del PPE, che condanna
 i "crimini del comunismo" equiparando
il comunismo stesso al nazismo.
Anzi, considerando che nel rapporto
che accompagnava la proposta
di risoluzione, intitolata "Necessità di
una condanna internazionale dei
crimini del comunismo", si accredita
la cifra di quasi cento milioni di morti
 causati direttamente o
indirettamente dal comunismo,
quest'ultimo risulterebbe addirittura,
almeno come numero di vittime,
 di gran lunga peggiore del nazismo. 


 

 

 

 

 

 


I comunisti amano
così tanto
i poveri da volerne
creare altri






Noi cattolici diciamo  
si alla base americana
di  Vicenza




Il "maquillage" di Veltroni
e compagni.
UN FILM GIA' VISTO...

 

Le bugie di Veltroni

I comunisti amano
così tanto
i poveri da volerne
creare altri

 



 



 






  


  100% Anti-communist


Vendere la R.A.I.
con tutti i suoi parassiti.

Cattolico. Perché non dobbiamo rassegnarci a un mondo senza Dio



Guida (politicamente scorretta) all’Islam e alle Crociate



 

Eliminare l'ente Provincia
che ha poche ragioni per
giustificare la sua esistenza
 e molte per suggerire
 lo scioglimento.




 Maledetti
NaziComunistIslamici





I comunisti amano
così tanto
i poveri da volerne
creare altri